Brochure di presentazione




La mostra che l'Assessorato alla Cultura dedica alla fotografa free lance Fatima Abbadi è una vera e propria riflessione sulla vita personale dell’artista, appartenente a due culture diverse, giordana/palestinese e italiana. L’originale sensibilità che guida questa indagine poetica sulla condizione femminile, affidata rigorosamente alla tecnologia analogica e al fascino del bianco e nero, trova una delle sue motivazioni nelle stesse origini della fotografa. Le sue opere sono un insieme eclettico di diverse scene di donne nella loro vita quotidiana sia in Europa che in Medio Oriente, attimi che raccontano distintamente un’unica e personale storia di vita.

La mostra, già presentata nel 2011 ad Amman in Giordania, a Roma e a Tolentino è ora promossa e sostenuta per la parte culturale da Bassima Awad, Presidente dell’Istituto di Cultura Italo Palestinese Al Quds, e per la parte fotografica da Ferdinando Fasolo e Giampaolo Romagnosi del Gruppo Mignon, di cui Fatima Abbadi è parte dal 2009.

Lo stile che caratterizza i suoi scatti – sviluppati personalmente in camera oscura - si colloca idealmente tra quello delle esperienze storiche della street photography americana e quello riconducibile alla cosiddetta fotografia umanistica europea. Dell’una, la fotografa raccoglie la sfida di sorprendere la vita contemporanea nel suo svolgersi, sottraendo da essa i momenti, i “quadri” depositari di uno spontaneo valore compositivo ed emblematico; dell’altra, mostra di aver appreso quell’inclinazione allusiva, quella profondità che consentono all’immagine fotografica di accedere ad “ambienti” di significato più ampi rispetto alla sua specifica narrazione.

Leaflet Page 1

Leaflet Page 2

Link del comune di Padova

<< Back